Divorzio breve

In attesa del divorzio breve, il divorzio fai da te!
Divorzio BreveIl disegno di legge sul cosiddetto divorzio breve, già approvato alla Camera, ora all’ esame del Senato, non riesce ancora a vedere la luce. Tra le importanti novità che verrebbero introdotte spicca la possibilità di chiedere il divorzio dopo soli sei mesi in caso di separazione consensuale e dodici mesi in caso di giudiziale. Il D.L. n. 132/2014 introduce quello che è stato ribattezzato da molti “divorzio fai da te”. Con la previsione della negoziazione assistita all’art. 6, è possibile rivolgersi ad un avvocato che redigerà un accordo e, dopo la sottoscrizione di entrambi i coniugi, si occuperà di trasmetterlo al Comune dove il matrimonio era stato registrato. La negoziazione assistita è però ora applicabile solo se non ci sono figli minorenni, maggiorenni non economicamente indipendenti o portatori di handicap. Questo evidenzia l’attuale limite dell’istituto atteso il numero residuale di soggetti che effettivamente possono ricorrervi. La legge di conversione del D.L. n. 132/2014 approvata dal Senato il 23 ottobre prevede già delle modifiche che dovrebbero allargarne la portata. Il testo così modificato è stato trasmesso alla Camera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>